Sei qui: Home News

news

Gangi è tra i 202 borghi più belli d’Italia

E-mail 

Consegnata la certificazione di qualità da parte del direttore del Club Umberto Forte Gangi è tra i 202 borghi più belli d'Italia Dopo quello di comune turistico e paese a economia prevalentemente turistica, Gangi ottiene anche la certificazione di qualità che sancisce l'ingresso del comune madonita tra i 202 borghi più belli d'Italia. La consegna ufficiale è avvenuta da parte di Umberto Forte, direttore del Club dei Borghi più belli d'Italia, al sindaco di Gangi, Giuseppe Ferrarello.  "Non è stato semplice - ha detto il primo cittadino - soddisfare tutti i criteri e i requisiti di ammissione a questo prestigioso ed esclusivo club. A nostro vantaggio sono andati gli sforzi profusi per la pulizia del centro abitato, i regolamenti comunali per la riqualificazione urbana, un'ottima programmazione delle opere pubbliche, progetti realizzati come il parcheggio sotto Piazza San Paolo o da realizzare come il percorso turistico per non vedenti, la piazzola per camper, la riqualificazione di Piazza Valguarnera, il rivestimento in pietra dei muri di Via Nazionale ma anche le diverse manifestazioni culturali e storiche che permettono di destagionalizzare le presenze turistiche".
Alla cerimonia c'era anche il sindaco di Geraci Siculo Bartolo Vienna: "Gangi e Geraci è l'unica unione dei comuni in Italia che fa parte dei borghi più belli, mi auguro che assieme a Sperlinga e Cefalù si possa creare un itinerario turistico unico lungo la direttrice della SS120 che unisce i 4 parchi naturali di Sicilia".
"A Gangi - ha detto il direttore del Club - ho visto cose magnifiche, ma si può migliorare per raggiungere l'eccellenza, per questo abbiamo imposto alcune prescrizioni che sono state sottoscritte e firmate col sangue dal sindaco Ferrarello e fra due anni rifaremo la nuova ispezione. L'ingresso nel Club offre notevoli vantaggi sia in termini di promozione del territorio, di commercializzazione dell'offerta turistica sia di valorizzazioni delle produzioni tipiche. Ogni anno pubblichiamo una guida, distribuita in 85 mila copie, che permette di conoscere i nostri borghi: chi fa parte del Club ha un incremento turistico dal 25 al 50%". 
Articolo tratto da: http://sicilia.travelnostop.com

 

IERI LA CONSEGNA DELLA CERTIFICAZIONE DA PARTE DEL DIRETTORE UMBERTO FORTE

SICILIA:  GANGI (PA), Tra i 202 borghi più belli d'Italia  E' stato  Umberto  Forte,  direttore  del  Club dei  Borghi  più  belli  d'Italia,  a  consegnare ufficialmente  al  sindaco  di  Gangi,  Giuseppe  Ferrarello, la  certificazione  di qualità che sancisce l'ingresso del comune madonita tra i 202 borghi più belli d'Italia.

foto1 (nella  foto  il  sindaco  di  Gangi  (PA)  Giuseppe  Ferrarello,  il  direttore  del  Club  dei  Borghi  Umberto  Forte  il  sindaco  di  Geraci Siculo (PA) Bartolo Vienna e il presidente del consiglio comunale di Gangi (PA) Francesco Migliazzo).

Alla  cerimonia  di  ieri  sera,  che  si  è  tenuta nella  splendida  cornice  di  Palazzo Bongiorno,  hanno  preso  parte  anche  i sindaci di Geraci Siculo, Bartolo Vienna e Sperlinga,  Pino  Matarazzo,  ma  anche  il procuratore  della  repubblica  di  Catanzaro Santi  Consolo.  A  fare  gli  onori  di  casa  il presidente  del  consiglio  comunale Francesco  Migliazzo:  "Questo riconoscimento  formale  è  il  segno tangibile  degli  sforzi  profusi  al  fine  di valorizzare  il  nostro  patrimonio  artistico, monumentale ed ambientale".

Per Gangi, quello dei borghi più belli d'Italia è un riconoscimento che arriva dopo quello di comune turistico e paese a economia prevalentemente turistica.

"Non  è  stato  semplice - ha  detto  il  sindaco  di  Gangi  Giuseppe Ferrarello - soddisfare  tutti  i  criteri  e  i  requisiti  di  ammissione  a questo  prestigioso  ed  esclusivo  club.  A  nostro  vantaggio  sono  andati gli  sforzi  profusi  per  la  pulizia  del  centro  abitato,  i  regolamenti comunali  per  la  riqualificazione  urbana,  un'ottima  programmazione delle  opere  pubbliche,  progetti  realizzati  come  il  parcheggio  sotto Piazza  San  Paolo  o  da  realizzare  come  il  percorso  turistico  per  non vedenti,  la  piazzola  per  camper,  la  riqualificazione  di  Piazza Valguarnera,  il  rivestimento  in  pietra  dei  muri  di  Via  Nazionale  ma anche le diverse manifestazioni culturali e storiche che permettono di destagionalizzare le presenze turistiche".

Alla cerimonia anche il sindaco di Geraci Siculo Bartolo Vienna: "Gangi e Geraci è l'unica unione dei comuni in Italia che fa parte dei borghi più belli, mi auguro che assieme a Sperlinga e Cefalù si possa creare un itinerario turistico unico lungo la direttrice della SS120 che unisce i 4 parchi naturali di Sicilia".

"Sono 202 i borghi più belli d'Italia il 70 per cento li ho certificati io - ha detto il direttore del Club Umberto Forte - a Gangi ho visto cose magnifiche, ma si può migliorare per raggiungere l'eccellenza, per questo abbiamo imposto alcune prescrizioni  che  sono  state  sottoscritte  e  firmate  col  sangue  dal  sindaco  Ferrarello  e  fra  due  anni  rifaremo  la  nuova ispezione.  L'ingresso  nel  Club  offre  notevoli  vantaggi  sia  in  termini  di  promozione  del  territorio,  di commercializzazione  dell'offerta  turistica  sia  di  valorizzazioni  delle  produzioni  tipiche.  Ogni  anno  pubblichiamo  una guida, distribuita in 85 mila copie, che permette di conoscere i nostri borghi. I dati in nostro possesso ci dicono che chi fa parte del Club ha un incremento turistico dal 25 al 50 per cento". 

Comunicato stampa Comune di Gangi (PA) Pubblicato su: http://www.assarca.com

 

Gangi tra i 202 borghi più belli d'Italia.  leggi gli altri articoli  icona.zip

 

A Gangi si regalano le case

E-mail 

A Gangi si regalano le case. Lo dicono Il Sole 24 Ore e  La Stampa.
Ottima idea che potrebbe avere un gran successo anche in tanti altri angoli di Sicilia. Idea a costo zero che tanti sindaci dovrebbero prendere in seria considerazione.
Lo dicono il Sole 24 Ore e La Stampa:
'Dove Vittorio Sgarbi, sindaco di Salemi ha fallito, Giuseppe Farrarello ha centrato l'obiettivo. In entrambi i casi siamo in Sicilia. Ferrarello è sindaco di Gangi, in provincia di Palermo. L'obiettivo è quello di ripopolare il paese disabitato per le  troppe persone che si sono trasferite in periferia nelle case nuove.
Della vicenda se ne occupa oggi La Stampa in edicola con un reportage di Laura Anello. La novità è rappresentata dalla volontà di molti privati di regalare la vecchia casa, non volendo più gestire un immobile senza mercato. Sono 11 gli edifici abbandonati nel paese di 7mila persone a 110 chilometri da Palermo. Come tipologia sono le case immortalate di recente da Giuseppe Tornatore nel film Barria, con le mucche a piano terra e le persone ai piani superiori.
Siamo a mille metri di altitudine. Le altre dieci palazzine sono state opzionate da una società di Ravenna che vuole  realizzare un albergo diffuso. Si sono aggiunte altre tre palazzine da regalare: sono giunte molto domande di privati interessati.
I primi acquirenti sono una coppia di Caltanissetta intenzionata a portarci i bambini nel fine settimana, una volta ristrutturata la casa con una spesa prevista tra i 20mila e i 25mila euro.'
Dal sito: http://www.amopalermo.com/

In Sicilia si regalano le case: a Gangi (Palermo) primi acquirenti a costo zero
Dove Vittorio Sgarbi, sindaco di Salemi ha fallito, Giuseppe Farrarello ha centrato l'obiettivo. In entrambi i casi siamo in Sicilia. Ferrarello è sindaco di Gangi, in provincia di Palermo. L'obiettivo è quello di ripopolare il paese disabitato per le troppe persone che si sono trasferite in periferia nelle case nuove.
Della vicenda se ne occupa oggi La Stampa in edicola con un reportage di Laura Anello. La novità è  rappresentata dalla volontà di molti privati di regalare la vecchia casa, non volendo più gestire un immobile  senza mercato. Sono 11 gli edifici abbandonati nel paese di 7mila persone a 110 chilometri da Palermo.
Come tipologia sono le case immortalate di recente da Giuseppe Tornatore nel film Barria, con le mucche a piano terra e le persone ai piani superiori.
Siamo a mille metri di altitudine. Le altre dieci palazzine sono state opzionate da una società di Ravenna che vuole realizzare un albergo diffuso. Si sono aggiunte altre tre palazzine da regalare: sono giunte molto  domande di privati interessati.
I primi acquirenti sono una coppia di Caltanissetta intenzionata a portarci i bambini nel fine settimana, una  volta ristrutturata la casa con una spesa prevista tra i 20mila e i 25mila euro.
Dal sito : il sole 24ore.

LA STAMPA  - DOMENICA 16 GENNAIO 2011

 

Avviso Modalità di pagamento delle prestazioni specialistiche presso i "Punti Lottomatica".

E-mail 
Avviso Modalità di pagamento delle prestazioni specialistiche presso i "Punti Lottomatica".
 

Bilancio Sociale e di Genere - Anno 2009

E-mail 
 
Altri articoli...
Pagina 2 di 3